DICHIARAZIONE DENUNCIA FGAS 2018

DICHIARAZIONE DENUNCIA FGAS 2018

Dichiarazione F-gas 2018:

Si ricorda che il termine ultimo per la trasmissione è il 31 maggio 2018.

Anche per quest’anno non sono stati modificati struttura, criteri e contenuti della dichiarazione F-Gas. Il valore soglia che permette di stabilire se una apparecchiatura fissa è inclusa nel campo di applicazione della dichiarazione resta quindi fissato a 3 kg di gas fluorurato ad effetto serra, non viene quindi applicata, ai fini della Dichiarazione F-Gas la nuova unità di misura espressa in CO2 equivalenti.

1.Quando e chi deve effettuare la Dichiarazione F-gas?

Entro il 31 maggio di ogni anno tutti gli operatori che svolgono attività o sono interessati a applicazioni (apparecchiature o impianti) contenenti Gas Effetto Serra, hanno l’obbligo, secondo quanto previsto dall’articolo 16 del DPR n. 43/2012, di trasmissione della Dichiarazione F-gas annuale dei dati relativi all’anno precedente.

2.Quali sono le apparecchiature o impianti che rientrano nella dichiarazione?

Tutte le apparecchiature fisse che contengono una carica circolante di 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra e che appartengono alle seguenti tipologie:

  • Refrigerazione (cioè raffreddamento di spazi di immagazzinamento o prodotti al di sotto della temperatura ambiente; sono inclusi anche gli scambiatori di calore industriali);
  • condizionamento dell’aria(raffreddare e/o controllare la temperatura dell’aria in ambienti confinati mantenendola ad un determinato livello);
  • pompe di calore (dispositivo che estrae calore a basse temperature da aria, acqua o terra e fornisce a sua volta calore);
  • sistemi di protezione antincendio (installati in risposta ad un rischio di incendio specifico in uno spazio definito).

3.Sono escluse dal campo di applicazione della dichiarazione:

  • le applicazioni di condizionamento dell’aria montati sugli autoveicoli o, più in generale, su tutte le tipologie di mezzi di trasporto;
  • i sistemi di refrigerazione montati su tutte le tipologie di mezzi di trasporto;
  • le attrezzature utilizzate per la ricarica degli impianti di condizionamento dell’aria montati sugli autoveicoli;
  • gli estintori portatili (perché tipicamente durante il loro funzionamento sono in movimento);
  • tutte le apparecchiature che utilizzano esclusivamente sostanze refrigeranti o estinguenti diverse dai gas fluorurati ad effetto serra previsti dalla dichiarazione (es. CFC,  HCFC, R-22, HALON, CO2, sabbia, ammoniaca, etc.);
  • tutte le apparecchiature contenenti refrigeranti o estinguenti a base di gas fluorurati ad effetto serra che prese individualmente hanno carica complessiva minore di 3 kg.

4.Come effettuare la Dichiarazione F-gas?

La Dichiarazione F-gas deve essere presentata ad ISPRA tramite il formato elettronico, accessibile al seguente link: http://www.sinanet.isprambiente.it/it/sia-ispra/fgas. La presentazione della dichiarazione potrà essere presentata direttamente da Omega Work S.r.l., contattando l’indirizzo e-mail: info@omegawork.it

5.Cosa succede a chi non effettua le Dichiarazioni F-gas

Le sanzioni amministrative pecuniarie relative alla mancata, incompleta o inesatta trasmissione delle informazioni previste dalla Dichiarazione F-gas ammontano, a carico dell’operatore, ad un importo compreso tra 1.000,00 e 10.000,00 euro.

 

Per maggiori informazioni contattare l’indirizzo e-mail: info@omegawork.it

 

SICUREZZA MACCHINE: perché è così importante? BANDO INAIL 2018